Post più popolari

mercoledì 6 gennaio 2016

Sincronizzare agenda Outlook con Android

Sincronizza i contatti e le agende di Android su Outlook

Un amico mi ha recentemente confessato di avere un Samsung Galaxy A7 ma di non sapere come sincronizzare i contatti e le agende di Android con il suo Outlook. Bene, ecco cosa gli ho consigliato.



A prescindere dal fatto che il tuo smartphone sia un HTC (One (M9), Butterfly), Sony (Xperia Z1, Z2, Z3, Z4, Z Ultra), LG (G3, G3 G Flex), Samsung (Galaxy Note 3, Note 4, Note Edge, Galaxy Edge, Galaxy A3, A5, Alpha, S5) o altri, molto probabilmente avrai un account Gmail supportato dai servizi Google CardDAV/CalDAV. Ora, si rende necessario uno strumento che abbia funzioni simili a Google Apps Sync per Microsoft Outlook o Google Calendar Sync.

Cosa è accaduto ultimamente?


A partire dal 8/1/2014, Google ha chiuso il suo servizio gratuito di sincronizzazione e riserva questo strumento ai client di Google Apps escludendo gli utenti di Gmail.

ECO è un plugin Outlook per CardDAV e CalDAV



EVO Collaborator for Outlook e Outlook lavorano insieme al fine di rendere possibile una sincronizzazione bilaterale tra l’account Gmail e Outlook.  Risultati della sincronizzazione saranno visibili sia sul tuo account Gmail sia sul tuo smartphone Android. 

Cosa sono CardDAV e CalDAV?


CardDav e CalDAV sono protocolli API (Application Programming Interface) per sicronizzare i contatti e le agende. Apple e Google utilizzano questi API per occuparsi dei contatti e dell’agenda tra i vari dispositivi Apple.

Come funziona?


E’ semplicissimo
  1. Scarica ECO da EVO Official Site e installa and install it with admin’s privilege on your Outlook.

  2. Clicca su Configura Profilo e seleziona il Profilo#6, riempi gli spazi fornendo i dati del tuo account Gmail nel riquadro Indirizzo email o username. Dopodiché clicca su Prova. Dato che Gmail usa OAUTH 2.0, apparirà una finestra di autentificazione durante la verifica dell’account, autorizza e continua.

  3. Una volta terminate la verifica, clicca su Applica ed esci. Poi, per ogni nuovo contatto aggiunto e per ogni aggiornamento nel calendario nella cartella Gmail verrà sincronizzato bidirezionalmente. Ogni oggetto aggiunto sul tuo cellulare Android sarà sincronizzato su Outlook. E' dunque anche sincronizzare google contatti con Outlook. 

Costruisci il tuo Cloud!

Google è un ottimo attrezzo, ma non è funzionale e sicuro considerando la mole di informazioni e di users che sono coinvolti. Sicuro di non provare un modo più sicuro?


One dei modi più semplici di scaricare ed installare EVO Mail Server. Una volta che avrai il tuo cloud, potrai inviare/ ricevere email, contatti, agende. La soluzione e il software di cui ho appena parlato è sicuramente un’opzione da considerare!

martedì 7 luglio 2015

Come sincronizzare calendario Outlook con Hotmail?

Come sincronizzare contatti e calendari tra outlook.com (Hotmail) e Outlook?

Google ha Gmail e Microsoft che cos’ha?


Per molti di voi, Hotmail è un vecchio amico fin dal 1995. Dopo l’acquisizione da parte di Microsoft nel 1997, è stato rinominato MSN Hotmail con diversi tentativi di inglobare questo servizio all’interno dell’infrastruttura Windows. Successivamente, nel 2005, confrontato con competitivi servizi Gmail offerti da Google, MSN Hotmail è diventato Windows Live Hotmail ed ha cominciato ad offrire servizi più rapidi, più semplici e più sicuri. Nel 2012 è stato lanciato Outlook.com e questo dal 2013 è diretto a rimpiazzare Windows Live Hotmail. Cominciando a metà di quest’anno (2015), Microsoft intende unificare tutti gli account di servizi in suo possesso (Hotmail, MSN Hotmail, Windows Live Hotmail and Outlook.com) riunendoli in account dei nuovi servizi di Office 365.

Cos’è Outlook.com API o Live Connect API?


Molte persone vogliono accedere i loro contatti e calendari Hotmail o Outlook.com all’interno di Outlook 2007, 2010 e 2013. Solamente Outlook 2013 provvede questo servizio permettendo agli utenti di connettersi ai loro account Outlook.com attraverso MAPI: un protocollo nativo Microsoft utilizzato dai servizi server Exchange. E per Outlook 2007 e 2010? 

Secondo ricerca e sperimentazione online, Outlook 2007 e 2010 presentano problemi nell’accedere i dati di Hotmail o Outlook.com nonostante Microsoft dica che Outlook 2007 sp3 e 2010 sp2 risolvono il problema. Nonostante questo, Microsoft ha già smesso di provvedere supporto mainstream per Outlook 2007 il giorno 9 Ottobre 2012 e smetterà di provvedere supporto mainstream per Outlook 2010 il giorno 13 Ottobre 2015.

Di conseguenza gli utenti stanno cerando un rimpiazzo effettivamente funzionale o alternative come l’ Hotmail connector o l’ Outlook.com connector per Outlook 2007 e 2010. Fortunatamente, applicazioni hotmail connector sviluppate da software developer esterni come l’EVO Collaborator per Outlook provvedono un’ancora di salvezza implementando Outlook.com API. Con l’ Outlook.com connector API anche chiamato Live Connect API, siamo capaci di sincronizzare i nostril contatti e calendari Outlook.com entro i limiti inerenti all’ API stessa.


Come sincronizzare Hotmail o Outlook.com con Outlook?


Proviamo EVO Collaborator per Outlook per vedere se la sinconizzazione funziona?

  1. Scaricare EVO Collaborator per Outlook e installare il software
  2. Cliccare su Configura Profilo

  3. Selezionare il profilo chiamato Outlook.com – not configured
  4. Cliccare il bottone PROVA in fondo alla finestra per procedere ad inserire l’e-mail Outlook e la password nella finestra popup che appare

  5. Una lista di permissions acknowledgement appare e bisogna cliccare sullo YES per garantire accesso ad ECO

  6. Chiudere la finestra pop up per continuare
  7. Clicare su OK sul box Success e poi Applica per salvare la configurazione
  8. Per oggetti locali esistenti prima dell’installazione di ECO, cliccare rispettivamente su Sfoglia contati e Sfoglia Agende sopra Operazioni CardDAV per contatti and Operazioni CalDAV per agende impegni e cliccare Carica da Outlook a Cloud Copy

Quali sono i limiti della sincronizzazione?

La Live Connect API ha varie limitazioni nella sua sincronizzazione. Limitazioni come qui elencate:


  1. Contatti Outlook.com:

    a. Sincronizzazione bidirezionale di Nome, Indirizzo, Indirizzo e-mail e numero di telefono è possibile [make sure]

    b. Aggiungi/Cambia/Elimina all’interno di contatti Outlook.com può essere sincronizzato con Outlook.

    c. Aggiungi può essere sincronizzato da Outlook a Outlook.com
  2. Calendario Outlook.com:

    a. Sincronizzazione bidirezionale di Aggiungi/Modifica/Elimina per il calendario è possibile.

    b. Per items ricorrenti, sincronizza in una sola direzione da Outlook.com ad Outlook

    c. Il range per la sincronizzazione è limitato a 90 giorni pirma o dopo la data corrente

Dalla Live Connect API alla Office 365 API

Come abbiamo menzionato precedentemente, Office 365 presto subentrerà a tutti I servizi di Outlook.com e tutti gli account Outlook.com esistenti utilizzeranno i servizi di Office 365. Questa è una buona notizia. Perchè? Office 365 API permette a software developers esterni di sincronizzare un completo set di campi tra i servizi di Outlook e Office 365.

sabato 16 maggio 2015

I cinque migliori servizi online gratuiti per tenere sempre aggiornato e utilizzare al meglio la tua Agenda

I cinque migliori servizi online gratuiti per tenere sempre aggiornato e utilizzare al meglio la tua Agenda

Dopo l8/1/2014 alcuni di voi potrebbero essere rimasti delusi dalla chiusura del servizio di Google Calendar Sync per Outlook, ma non è la fine del mondo. Ci sono numerose alternative tra cui scegliere, e questi servizi che vi elencherò sono per la maggior parte gratuiti. Se vuoi condividere i tuoi appuntamenti o eventi con qualcun altro prova uno dei seguenti software.


1. Yahoo!
Questo servizio di calendar sharing tutto a stelle e strisce è sempre presente nellinterfaccia di base di internet, OS X, iOS APP e Android. Per utilizzarlo con Outlook hai tuttavia bisogno di un add-in come EVO Collaborator for Outlook che collega il tuo calendario online con Outlook.

2. iCloud
Questo servizio è ottimo con un dispositivo Apple. Tuttavia esso presenta alcuni problemi, per esempio puoi sincronizzarlo solo con un account iCloud e non è possibile sincronizzarlo con il calendrario di default Outlook del vostro computer. Daltro canto, se utilizzi un iPhone questo problema non si presenterà, e il tuo reminder funzionerà alla perfezione. 

3. fruux
Questo software presenta un ottimo web based GUI e tutorial su come configurare il calendario e I contatti. Tuttavia, esso non ha un suo add-in per permetterlo di lavorare anche su Outlook. Potreste utilizzare anche in questo caso ECO per accedere alle agende e ai contatti di Outlook- E gratuito per utenti da tutto il mondo benché sia un service provider basato in Germania.

4. QQ and 163
Se sei da qualche parte in Cina, questi sono gli agenda cloud service providers sui quali puoi fare affidamento, sono inoltre molto veloci.

5. Google
Perché Google è ancora nella lista? Il motivo è il seguente: in Apple e Android funziona ottimamente per mobilità e collaborazione. Se sei un utente di Outlook tuttavia avrai bisogno di un add-in per sincronizzare la tua agenda e i tuoi contatti, ad esempio EVO Collaborator for Outlook

Se vuoi utilizzare piu di uno dei servizi sopra citati in Outlook, allora dovresti provare EVOCollaborator for Outlook. E compatibile con tutti i software menzionati e funziona inoltre con piattaforme che lavorano su CardDAV/CalDAV piattaforme come EVO Mail Server, OwnCloud, Zimbra, SabreDAV ecc

Come sincronizzare iCloud con Outlook utilizzando una doppia verifica e app-password

Come sincronizzare iCloud con Outlook utilizzando una doppia verifica e app-password

Avrete probabilmente sentito dell’incidente Snowden e delle foto personali di alcune celebrità di Hollywood. In particolare queste ultime sono ultimamente fioccate dal cielo a causa di hackers che sono entrati nei loro account iCloud.

Questa è una nota da Apple:
"Se usate iCloud con una terza app (come Microsoft Outlook, Moziella Thunderbird or BusyCal) potete generare specifiche password che vi assicureranno maggiore sicurezza, anche nel caso in cui l’app che state utilizzando non supporta la doppia verifica. Usare un app specifica per le password inoltre assicura che la tua ID password non sia conservata da qualcunque terza app tu stia usando. A partire dal primo ottobre del 2014, specifiche app-password saranno richieste per entrare in iCloud da qualsiasi terza app."
Prima dell’annuncio di Apple, la doppia verifica e le app-password erano già state sviluppate da Google e Yahoo!. Questi meccanismi di sicurezza sembrano essere sempre piu’ popolari. La doppia verifica invia al cellulare per mezzo di un messaggio un codice di conferma. Dopo aver inserito il codice nella pagina di verifica Apple, le nostre identità saranno autenticate. Ora possiamo creare app-passoword e usarle per accedere ai dati di iCloud all’interno di un’applicazione terza.

Per ottenere maggiore informazioni sulla doppia verifica e sulla app-password, sei pregato di controllare le istruzioni in Apple’sFAQ about two-step-verification for Apple ID. Ricorderei, inoltre, che è necessario abilitare la doppia verifica prima di poter ottenere un app-passowrd.

Outlook è una delle piu’ diffuse “third party” applicazioni che necessitano app-password per accedere in Gmail, Yahoo! e iCloud. Gli utenti di Outlook possono inserire le app-password per recuperare email attraverso IMAP o POP incorporate in Outlook. Per quanto riguarda CardDAV e CalDAV, queste possono utilizzare le stesse app-password degli add-in di Outlook, come EVO Collaborator for Outlook, per recuperare i loro Contatti, Agende e Impegni.

Nonostante tutto, se hai il serio bisogno di mantenere fuori eventuali hacker e NSA intrusioni , i server CardDAV/ CalDAV potrebbe essere quello di cui hai veramente bisogno. EVO Mail Server è una delle opzioni che vi permette di integrare tutte le email, contatti, calendari e impegni in un unico pacchetto. Scarica EVO dal suo sito ufficiale e provalo.




venerdì 15 maggio 2015

Synology come sincronizza l’agenda e i contatti di Outlook?

Synology come sincronizza l’agenda e i contatti di Outlook?


Recentemente sempre piu’ amici mi chiedono se sia possibile o meno sincronizzare il server di Synology DSM e il supporto CalDAV con Outlook. Sembra che questo tipo di pacchetto NAS sia in qualche modo popolare in compagnia medio-piccole dove non vi siano impiegati IT fissi. Perché? Beh, perché probabilmente il servizio Google Calendar Sync è stato interrotto e questi utenti si sono trovati costretti a trovare una soluzione alternativa. Ho presentato la questione ad un mio amico sviluppatore che lavora per EVO perché il loro EVO Collaborator for Outlook sincronizza Outlook con vari dispositivi e piattaforme. Dopo alcuni test, ha pensato bene di sincronizzarlo. Questo è ciò che posso condividere con voi nel caso in cui abbiate voglia di provarlo anche voi.

Prima di iniziare sarebbe bene tenere a mente alcuni step:

  1. Per le istruzioni su come impostare webday vi invito a leggere il seguente link:

    https://www.synology.com/en-global/knowledgebase/tutorials/463
  2. Per CardDav, non è disponibile per default nell’attuale versione di Synology DSM.
  3. Per installare e configurare una terza soluzione CardDAV per Synology DSM, far riferimento al seguente link:

    http://sourceforge.net/projects/baikalforsynology/

I passi per accedere al server di default Synology DSM con Outlook:


  1. Configura correttamente il server Synology DSM secondo le istruzioni mostrate precedentemente.
  2. Scarica EVO Collaborator for Outlook da EVO’s Official Site e install ail software.

  3. Apri Microsoft Outlook accedi a Configura Profilo(i) in alto a sinistra in Outlook.

  4. Scegli un profilo vacante iniziando da Profilo 14 – non configurato.

  1. In alto a destra lascia Hostname (CardDAV/CalDAV) or webcal:// URL vuoto.
  2. Riempi la casella URL Agenda.
  3. Compila Indirizzo e-mail o Username e Password.
  4. Clicca su Prova e Applica in basso.
  5. Esci da Configura Profilo(i) e sincronizza, la sincronizzazione sarà completata in brevissimo tempo.

Come trasferire contatti da iPhone a Android?

Come trasferire contatti, calendar e impegni da iPhone a cellular Android?

Con il fiorire dell’industria degli smatphone, può spesso capitare che una persona abbia piu’ di uno smartphone, spesso cambiando modelli. Come trasferire ogni volta i proprio dati personali con comodità e in poco tempo?

Prima spesso gli utenti si affidavano ad alcuni software, oggi ci affidiamo tutti a servizi cloud come ad esempio iCloud e Google.

Tuttavia, probabilmente vi sarà venuto il mal di testa a causa di tutti i dati da trasferire, soprattutto quando si tratta di farlo tra dispositivi di piattaforme diverse, da iPhone ad Android o viceversa. Da un punto di vista piu’ tecnico, questa migrazione di dati coinvolge l’utilizzo di due differenti servizi cloud piuttosto che un semplice trasferimento diretto tra i due smartphone.

Se sei un utente Outlook puoi utilizzare in tutta comodità EVO Collaborator for Outlook. Con questo add-in di Outlook, puoi utilizzare le sue funzioni di trasferimento cloud-to-cloud mantenendo comunque una copia dei tuoi dati nel tuo host personale.

Come fare? (La seguente è una dimostrazione di transferimento file da iCloud a GmailThe)

  1. Esci da Outlook
  2. Scarica e istalla EVO Collaborator for Outlook e avvialo come amministratore
  3. Avvia Outlook.
  4. Vai a Configura profilo(i), e clicca su entrambi i profili iCloud e Gmail sulla sinistra.

  5. Inserisci username e password per terminare l’autenticazione. Prova, Applica ed Esci.
  6. Sul tab di Evo, clicca su Esplora server di tua scelta tra contatti, agenda & impegni


  7. Seleziona Profilo 2 sulla sinistra e la Colonna di mezzo mostrerà tutti gli oggetti contenuti nel tuo iCloud.

  8. Nella colonna di mezzo precedente seleziona gli oggetti desiderati con hot-key di of Ctrl + A per selezionarli tutti o Ctrl + mouse click per selezionarli manualmente.
  9. Clicca su C2C Cloud to Cloud Copy per iniziare il processo di duplicazione.


Tre importanti piattaforme di smartphone sul mercato sono Android della Google, iOS della Apple, OS10 della Blackberry. OS10 e iOS sono fatti appositamente per i loro dispositivi mentre Android copra un raggio piu’ ampio di marche come Sony, HTC, Samsung, Google, LG e molti altri. Con le varie funzioni di EVO Collaborator for Outlook, gli utenti avranno la possibilità di sincronizzare e di trasferire dati tra i diversi dispositivi e cloud.


Recensione di cinque servizi online di Address Book

Recensione di cinque servizi online di Address Book

Alcuni di voi ricorderanno l’incidente di Edward Snowden di qualche tempo fa, vero? Questo mi ricorda come alcune problemi possano affiorare quando si condividono delle informazioni confidenziali in cloud dell’azienda come Gmail o iCloud. Forse dovremmo riflettere maggiormente su dove mettere le nostre preziose informazioni. Qui seguono alcuni suggerimenti.

  1. Yahoo!
    Questo è sempre nell’interfaccia di base del web in OS X, OS e Android.
    Per usarlo con Windows Outlook è necessario un add-In come Evo Collaborator for Outlook.
  2. iCloud
    Questo servizio di address book è ottimo con dispositive Apple.
    Tuttavia può presentare alcuni problem, ad esempio per utilizzare il birthday reminders è indispensabile avere un iPhone.
  3. fruux (Germania) –
    Questo servizio ha un buon web based GUI e inoltre fornisce tutorial su come installarlo in diverse piattaforme.
  4. QQ e 163 (Cina) –
    Se sei da qualche parte in Cina, puoi contare su questi due server providers.
  5. Google
    Perché Google è ancora nella lista? Il motivo è che esso funziona ancora bene con dispositivi Apple e Android. Se utilizzi Outlook, può esserti di grande aiuto e comodità sincronizzare I vari dati con un software, un particolare un add-in come EVO Collaborator for Outlook.
Se dovessi utilizzare Outlook in ulteriori cosi, oltre che in quello appena detto sopra, potrebbe esserti utile sapere che EVOCollaborator for Outlook è compatibile con tutte le piattaforme sopra citate oltre a piattaforme che lavorano su CardDAV/CalDAV come EVO Mail Server, OwnCloud, Zimbra, SabreDAV ecc.